D.Lgs. n°20 24/01/11

Regolamento recante l´individuazione della misura delle sostanze assorbenti e neutralizzanti di cui devono dotarsi gli impianti destinati allo stoccaggio, ricarica, manutenzione, deposito e sostituzione degli accumulatori

Il 29 marzo è entrato in vigore il Decreto Legislativo n.20 del 24 gennaio 2011, G.U. n. 60 del 14 marzo 2011, che stabilisce precise regole riguardanti sostanze assorbenti e neutralizzanti atte al contenimento di sversamenti di soluzioni elettrolitiche provenienti da accumulatori al piombo (tra cui tutte le batterie per carrelli elevatori). In particolare, tenendo conto delle dimensioni degli impianti, del numero degli accumulatori e del rischio di sversamenti, definisce la quantità delle sostanze atte ad assorbire e neutralizzare eventuali fuoriuscite accidentali, al fine di contenere e prevenire danni all´ambiente.

Con la presente Vi informiamo che siamo disponibili per la quantificazione e fornitura delle sostanze assorbenti e neutralizzanti, in particolare informiamo che tutti gli impianti destinati alla ricarica di batterie di trazione devono avere a disposizione una quantità di sostanza assorbente e neutralizzante necessaria alla completa neutralizzazione della soluzione acida cosi indicata:

Piccoli impianti (fino a 5 batterie) 50% dell´elettrolito presente nella batteria con maggiore contenuto di acido

Medi impianti (fino a 20 batterie) 100% dell´elettrolito presente nella batteria con maggiore contenuto di acido

Grandi impianti (oltre 20 batterie) 200% dell´elettrolito presente nella batteria con maggiore contenuto di acido

In tutti gli impianti o aree dove sono previste, oltre alla ricarica, operazioni di sostituzione giornaliera di batterie i quantitativi suddetti devono essere raddoppiati. La normativa coinvolge TUTTI gli utilizzatori di batterie al piombo, quali ad esempio utilizzatori di batterie fisse (gruppi di continuità, impianti fotovoltatici, ecc..), utilizzatori di batterie portatili e utilizzatori di batterie a trazione (carrelli elevatori, trasportatori a pianale, ecc..). Le sostanze assorbenti e neutralizzanti da utilizzare nei casi di fuoriuscita di soluzione acida dagli accumulatori al piombo devono essere testate e certificate da enti e/o istituti preposti (es. laboratori universitari, ISPEL, ecc..).